volley-femminile,-paola-egonu-debutta-al-mondiale-per-club-con-il-vakifbank-istanbul.-esordio-morbido

Volley femminile, Paola Egonu debutta al Mondiale per Club con il VakifBank Istanbul. Esordio morbido

Paola Egonu si appresta a fare il proprio debutto nel Mondiale per Club 2022 di volley femminile. L’opposto del VakifBank Istanbul scenderà in campo oggi pomeriggio (ore 17.30) per affrontare il modesto Kuanysh Club nel primo match della fase a gironi. Salvo turnover di coach Guidetti, considerando lo scarso livello tecnico dell’avversario di turno (una compagine kazaka che si presenta da Campione d’Asia), la veneta disputerà il suo primo incontro iridato con la maglia della corazzata turca. L’attaccante ha conquistato il titolo con Conegliano nel 2019 e lo scorso anno perse la finale disputata proprio contro la sua attuale squadra, dove si è accasata in questa stagione lasciando l’Italia.

Nella settimana che conduce al suo 24mo compleanno (spegnerà le candeline proprio domenica 18 dicembre, giorno della finale ad Antaliya), Paola Egonu vuole assolutamente lasciare il segno. La sua annata agonistica è partita con la sconfitta contro il Fenerbahce nella Supercoppa di Turchia, poi in campionato il VakifBank (Campione del Mondo e d’Europa) ha infilato nove vittorie ma ha perso lo scontro diretto per il vertice con l’Eczacibasi Istanbul di Tijana Boskovic. L’opposto è risultata la top scorer in più occasioni e non si tirerà indietro nemmeno in questa competizione che il sestetto allenato da coach Giovanni Guidetti vuole vincere a tutti i costi, confermandosi sul trono della pallavolo globale.

Si preannuncia un esordio morbido per Paola Egonu e anche la sfida di domani con le brasiliane del Gerdau Minas appare decisamente alla portata. L’asticella si alzerà in semifinale quando, salvo clamorosi risultati dall’altro girone, si troverà di fronte una tra Conegliano ed Eczacibasi. A quel punto il Mondiale per Club entrerà nel vivo e nelle sfide da dentro o fuori serviranno le migliori prestazioni della bomber per fare la differenza.

Foto: pagina Facebook VakifBank Istanbul

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *