Valentina Nappi: “Dire che il catcalling è molestia sessuale è un’offesa per chi è stato molestato”

valentina-nappi:-“dire-che-il-catcalling-e-molestia-sessuale-e-un’offesa-per-chi-e-stato-molestato”

Roma, 2 apr – Anche un orologio rotto segna l’ora giusta due volte al giorno: Valentina Nappi è l’orologio e la polemica sul “catcalling” l’ora giusta. La pornostar italiana ha infatti deciso di dire la sua, sostenendo che ricevere apprezzamenti per strada non è l’equivalente di una molestia sessuale.

Il catcalling e la denuncia di Aurora Ramazzotti

L’argomento catcalling è stato sollevato dalla figlia di Michelle Hunziker, Aurora Ramazzotti, che in un commovente contributo ha detto che proferire apprezzamenti per strada a una ragazza è simile a una molestia, perché la donna in questione potrebbe non capire e spaventarsi. Come ogni polemica nata sul web e che ha per oggetto le donne, i toni sono andati oltre e nessuno sembra ricordare il senso della misura in mezzo a tanto rumore.

Valentina Nappi: “Non è molestia”

Sul tema non poteva non dire la sua Valentina Nappi che, nella sua ossessione di essere bastian contraria non si è di certo definita a “favore” del catcalling, ma non lo vuol vedere equiparato alle “vere” molestie sessuali. “Credere che il #catcalling sia una molestia sessuale è un’offesa a coloro che sono stati effettivamente molestati”, ha scritto su Twitter. E quando un utente ha replicato, dicendole che gli apprezzamenti volgari sono frutto di una “cultura maschilista”, la Nappi seccamente ha risposto: “No è solo cafonaggine”.

Bufera su Twitter

E a una donna che, sempre su Twitter, sosteneva di sentirsi molestata dal catcalling quindi Valentina Nappi avrebbe minimizzato il pericolo, la pornostar replica: “Guarda che il mondo è molto meno sicuro per un uomo che per una donna”. La star dell’hard spesso e volentieri dice cose ben “peggiori”, solo che non toccando argomenti politicamente corretti, i warriors di Twitter non la considerano. Oggi, invece, è trend topic. Della serie, purché se ne parli …

Ilaria Paoletti

L’articolo Valentina Nappi: “Dire che il catcalling è molestia sessuale è un’offesa per chi è stato molestato” proviene da Il Primato Nazionale.