usa,-lezioni-con-dildo-e-plug-anali-ai-minori:-l'educazione-sessuale-secondo-gli-lgbt-(video)

Usa, lezioni con dildo e plug anali ai minori: l'educazione sessuale secondo gli Lgbt (Video)




Roma, 10 dic — Un servizio di Project Veritas, nota realtà giornalistica senza scopo di lucro, sul tanto discusso indottrinamento LGBT nelle scuole sta generando polemiche a non finire negli Usa. Joseph Bruno preside della Francis W. Parker School, istituto d’élite di Chicago, dove la retta annuale si aggira intorno ai 40.000 dollari, è stato filmato in un video mentre discuteva apertamente di come a studenti di appena 14 anni venissero dati dildo e tappi anali, i cosiddetti butt plug – durante le lezioni di educazione sessuale.

Gli insegnanti Lgbt alle prese con dildo e tappi anali

Riportiamo di seguito la conversazione filmata e diffusa da Project Veritas:

  • Bruno: “Sono stato Preside per quattro anni. Durante il Pride — organizziamo una settimana del Pride ogni anno – ho fatto venire il nostro centro sanitario LGBT [in classe]. Stavano passando tappi anali e dildo ai miei studenti – parlando di sesso queer, e discutendo se usare il lubrificante piuttosto che lo sputo.”
  • Bruno: “Stanno solo passando in giro dildo e tappi anali. I bambini stanno solo giocandoci, guardandoli… Dicono, ‘Come funziona questo plug anale? Come facciamo – tipo, come funziona?’ Questa è una parte davvero interessante del mio lavoro.”
  • Intervistatore: “A scuola?”
  • Bruno: “In classe! Mentre me ne sto seduto lì.”
  • Bruno: “Abbiamo fatto entrare una Drag Queen [Alexis Bevels]. Abbiamo distribuito biscotti e brownies e scattato foto”.
  • Intervistatore: “Incredibile! E non ci sono stati problemi [con questa iniziativa]? I plug anali, i dildo… ?
  • Bruno: “No.”
  • Intervistatore: “Insomma, se i genitori lo scoprissero, loro…”
  • Bruno: “No. E’ sesso queer!”
  • Intervistatore: “Hai molta libertà! Molto spazio di manovra!”
  • Bruno: “Molta libertà. Molti soldi per fare molte cose.”

Il preside sembra far intuire che i genitori non siano specificamente informati di questi eventi di educazione sessuale LGBT e nemmeno gli amministratori.

L’istituto sulle barricate

La scuola, attraverso un comunicato, fa sapere di aver rafforzato la sicurezza e disabilitato gli account social dello stesso istituto scolastico dopo che il video, solo su Twitter, ha raggiunto quasi 4 milioni di visualizzazioni in poche ore. “Siamo affranti dal fatto che le parole del nostro collega siano state gravemente travisate per uno scopo dannoso”. La lettera della scuola ha offerto un forte sostegno per “l’approccio inclusivo, l’affermazione LGBT e l’approccio completo all’educazione sessuale” dello stesso istituto.

Project Veritas ha pubblicato un secondo video che mostra il fondatore James O’Keefe che tenta di intervistare Bruno mercoledì pomeriggio nel campus di Parker. Purtroppo, il preside dell’istituto è fuggito a gambe levate di fronte alle telecamere. Nel frattempo, l’hashtag #ExposeGroomers ( esponi gli adescatori ) è diventato di tendenza giovedì su Twitter e Fox News ha ripreso la notizia. Lasciando il collegamento diretto al video per noi sufficientemente eloquente, ci rimettiamo alle considerazioni dei nostri gentili lettori.

5,000,000+#ExposeGroomers pic.twitter.com/oYJlyvQfpq

— Project Veritas (@Project_Veritas) December 10, 2022

Valerio Savioli

Ti è piaciuto l’articolo?

Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.

Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.

Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *