tennis,-adriano-panatta:-“l’italia-ha-la-squadra-piu-forte-per-vincere-la-coppa-davis”

Tennis, Adriano Panatta: “L’Italia ha la squadra più forte per vincere la Coppa Davis”

Un occhio attento. In un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport, Adriano Panatta ha valutato quanto accaduto ad Amburgo, teatro del primo successo a livello ATP di Lorenzo Musetti. La vittoria in Finale del toscano, contro l’attuale n.5 del mondo Carlos Alcaraz, non può lasciare indifferenti ed è stata una conferma delle grandi qualità tecniche del carrarino.

Da questo punto di vista, Panatta è stato colpito favorevolmente: “Gioca davvero bene, ha talento e una bella mano. Ha dimostrato di avere un bel carattere ed è la cosa che mi piaciuta di più. La storia del confronto con Alcaraz certifica che ha veramente molte qualità“, ha raccontato l’ex campione, vincitore del Roland Garros 1976, alla Rosea.

E dunque l’Italia può contare su tre tennisti che possono davvero regalare tante soddisfazioni, ovvero Matteo Berrettini, Jannik Sinner e Musetti. Panatta ha analizzato i citati, evidenziandone le differenze nell’intervista alla Gazzetta: “Matteo è il classico giocatore servizio dritto, sembra quasi un australiano dei vecchi tempi, però con la forza fisica e la velocità di oggi; Sinner è un tennista che gioca molto bene da fondo campo in dritto e rovescio, un giocatore di spinta, più forte tiri e più forte tira lui, infatti secondo me non ci hanno ancora capito niente; Lorenzo è un po’ più estroso, sa fare più cose, ma forse per questo rischia di avere più difficoltà perché se non sta al 100% della forma fa più fatica. Chi invece sa fare meno cose, si aggrappa a quelle che sa fare meglio, riuscendo magari a uscire pure da situazioni complesse“.

ATP Umago 2022, Lorenzo Musetti supera Bedene, sarà derby con Cecchinato agli ottavi!

E dunque è idea di Adriano che con questo trio si possa puntare a vincere la Coppa Davis, dopo quanto accaduto nel suo anno magico (1976): “Secondo me abbiamo la squadra più forte in assoluto in questo momento. Forse ci resta solo qualche problema nel doppio, però questa Davis non mi piace proprio, è un’altra cosa rispetto a quella che disputavamo noi. E’ solo business“, ha sottolineato alla Gazzetta dello Sport.

Foto: LaPresse

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.