sulla-naspi-2022-spetta-la-tredicesima?

Sulla Naspi 2022 spetta la tredicesima?

6‘ di lettura

Sulla Naspi 2022 spetta la tredicesima? (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Chi è in disoccupazione, mentre dicembre e le festività si avvicinano, si starà chiedendo: sulla Naspi 2022 spetta la tredicesima? Se così fosse, sarebbe una bella notizia! Scopriamo i dettagli nell’approfondimento.

Indice

Sulla Naspi 2022 spetta la tredicesima: quali sono le modifiche apportate?

Quali sono le novità riguardanti la Naspi nella legge di bilancio 2022? Le modifiche apportate da questa nuova legge sugli ammortizzatori sociali come la Naspi, sono diverse.

Innanzitutto l’accesso alla Naspi è stato reso molto più facile e agevole. Per tutti gli eventi involontari di disoccupazione che si verificano da gennaio 2022 in poi, infatti, cambiano i requisiti.

Ecco elencate le novità:

  • il requisito delle 30 giornate effettive di lavoro nell’anno precedente alla disoccupazione, è stato eliminato;
  • il decalage del 3% sulla somma bonificata non scatterà più dal quarto mese in poi, ma dal sesto e per gli over 55, dall’ottovo mese in poi;
  • la platea della Naspi, dal 2022 in poi, è stata ampliata. Tra i beneficiari ora ritroviamo anche i lavoratori a tempo indeterminato delle cooperative e dei consorzi del reparto agricolo, compresi gli apprendisti.

Ricordiamo gli altri requisiti invariati per ricevere la Naspi:

  • disoccupazione involontaria (licenziamento, dimissioni per giusta causa o scadenza del contratto a tempo determinato);
  • avere nei 4 anni precedenti, almeno 13 settimane di contributi previdenziali versati.

Scopri la pagina dedicata alla disoccupazione e al reinserimento lavorativo.

Inoltre, anche per i lavoratori agricoli trova applicazione l’obbligo di versamento del c.d. ticket di licenziamento, da cui sono esenti invece i lavoratori con contratto di apprendistato.

La legge di bilancio modifica anche l’indennità di disoccupazione riservata ai collaboratori iscritti alla gestione separata dell’INPS, la cosiddetta Dis-Coll.

In precedenza era prevista la riduzione dell’importo della Dis-Coll del 3% ogni mese, dal quarto mese di fruizione, adesso anche questo decalage partirà dal sesto mese.

Inoltre l’indennità sarà corrisposta mensilmente per un numero di mesi pari ai mesi accreditati. Ricordiamo che le domande si inviano attraverso il Sito Inps e il proprio Spid, accedendo all’area MyInps.

Scopri quando arriva la Naspi di novembre.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Sulla Naspi 2022 spetta la tredicesima secondo il nostro ordinamento?

La tredicesima è una mensilità aggiuntiva sulla retribuzione che viene bonificata ai lavoratori dipendenti o ai pensionati.

Nel caso di questi ultimi, la tredicesima si riceve con l’assegno pensionistico di dicembre. Nel caso dei lavoratori dipendenti, la tredicesima mensilità si riceve in una busta paga differente, nei giorni prima di Natale.

La tredicesima non è una scelta del datore di lavoro, ma è obbligatoria per legge per tutti i lavoratori dipendenti. Il suo scopo è quello di far vivere delle festività più serene e di stimolare il commercio e l’economia nel periodo dell’anno di Natale.

Ma torniamo all’argomento principale: sulla Naspi 2022 spetta la tredicesima? Ovvero, ai disoccupati spetta la mensilità in più prima di Natale?

La risposta purtroppo è No, l’INPS non ha mai previsto la tredicesima per i disoccupati e nemmeno quest’anno ci sarà, perché a questo proposito non c’è stata alcuna novità nella legge di bilancio di cui abbiamo parlato prima.

Considerando che la Naspi, viene pagata sempre nel mese successivo, a Gennaio del 2023, purtroppo si percepirà solo la somma relativa al mese di dicembre.

Sulla Naspi 2022 spetta la tredicesima?
Sulla Naspi 2022 spetta la tredicesima?

Sulla Naspi 2022 spetta le tredicesima?

Sulla Naspi 2022 spetta la tredicesima? No, purtroppo non spetta. La tredicesima mensilità non è mai stata prevista dall’Inps per i percettori di Naspi e non c’è alcuna novità in tal senso per questo 2022.

La tredicesima mensilità spetta a tutti i pensionati e lavoratori dipendenti. Ma di questo regalo di Natale non tutti possono godere: vedi i disoccupati, vedi le Partite Iva.

Chi percepisce il sussidio di disoccupazione Naspi previsto dall’Inps, infatti, non ha diritto alla tredicesima mensilità, quindi non si vedrà erogare nessuna somma in più. Semplicemente a dicembre percepirà la disoccupazione di novembre.

Gli aventi diritto alla Naspi, infatti, percepiscono il sussidio esclusivamente per 12 mensilità senza alcuna aggiunta. Ma perché i disoccupati non possono ricevere la tredicesima mensilità a dicembre?

L’obiezione che potrebbe essere mossa, a questo punto, è la seguente: visto che la tredicesima fa parte a tutti gli effetti dell’imponibile previdenziale di un dipendente – tanto è vero che lavoratore e datore di lavoro versano anche i contributi corrispondenti – perché la Naspi non dà diritto alla tredicesima mensilità?

Dal momento che la Naspi è ponderata solo su 12 mensilità e quindi su un solo anno di lavoro, si considerano utili al calcolo esclusivamente 12 mensilità e non 13.

Da qui la risposta negativa alla domanda di apertura: sulla Naspi 2022 spetta la tredicesima?

Discorso diverso per il calcolo dell’importo del sussidio che, al contrario, tiene conto anche della tredicesima per la definizione dell’imponibile previdenziale medio e della corrispondente percentuale del 75% che viene erogata al disoccupato.

La Naspi è l’indennità di disoccupazione che viene erogata dall’INPS per la metà delle settimane contributive maturate nel corso degli ultimi 4 anni, e per un periodo non superiore ai due anni.

Il calcolo dell’importo è effettuato a partire dall’imponibile previdenziale medio maturato dal lavoratore negli ultimi 4 anni.

L’Inps corrisponde circa il 75% ogni mese, con un decalage del 3%, che come abbiamo anticipato parte dal sesto mese in poi e dall’ottavo per gli over 55. Ma le mensilità previste sono 12 all’anno e non 13.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul fisco e sulle tasse:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram – Gruppo esclusivo
  2. WhatsApp – Gruppo base


Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram

Come funzionano i gruppi?


  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.