sepe-(fials):-“in-emilia-romagna-serve-potenziare-i-pronto-soccorso-per-far-fronte-all'influenza-stagionale”.

Sepe (FIALS): “in Emilia Romagna serve potenziare i Pronto Soccorso per far fronte all'influenza stagionale”.

Arriva l’influenza stagionale in Emilia Romagna e con essa anche le lunghe attese ai pronto soccorso, causa l’enorme mole di cittadini che si recano al Pronto Soccorso per l’influenza stagionale, degna di nota è inoltre la mancata programmazione delle direzioni generali, ogni anno impreparate a questo evento ricorrente.

“La carenza di medici di famiglia e le lunghissime attese per essere visitati, inducono i cittadini a rivolgersi direttamente al pronto soccorso anche per l’influenza stagionale, creando di fatto un enorme caos, che mette sotto pressione tutto il sistema emergenza/urgenza. La ricetta per dare risposte ai cittadini è potenziare i codici bianchi, creare spazi dedicati e potenziare il personale, soprattutto al triage (per cui aggiunta urgente di Infermieri), per smaltire con efficienza ed efficacia le lunghe file che si creano nelle sale di attesa degli ospedali emiliano – romagnoli” – è quanto riferisce Alfredo Sepe, segretario regionale della FIALS Emilia Romagna.

“Altra nota dolente da collegare al sistema pronto soccorso è la carenza di personale, che di fatto aumenta indirettamente le attese dei cittadini, mancano medici, infermieri e operatori socio sanitari, una carenza che incide anche sulla qualità delle prestazioni clinico assistenziali a favore dell’utenza. E’ necessario quindi un investimento straordinario per potenziare i pronto soccorso, soprattutto con l’avvento dell’inverno, che causa aumento di incidenti e cadute manda ogni anno in tilt l’intero sistema Emergenza Urgenza” – conclude Sepe.

________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a [email protected]
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AsssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

Redazione AssoCareNews.it

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *