red-ronnie-replica-alle-prese-in-giro-su-diesel-e-benzina:-“se-ti-deridono-e-attaccano,-hai-vinto”

Red Ronnie replica alle prese in giro su diesel e benzina: “Se ti deridono e attaccano, hai vinto”

Pare sia finita in secondo piano la replica di Red Ronnie a chi lo ha preso in giro negli ultimi giorni, a proposito della sua uscita del complotto dei benzinai. Ci riferiamo a quanto dichiarato dal diretto interessato ad inizio agosto, come riportato nel nostro articolo a tema, secondo cui al momento del rifornimento ci viene chiesto se intendiamo scegliere diesel o benzina con il solo scopo di monitorarci e di attaccare la nostra privacy. In tanti lo avrebbero deriso per un’uscita simile.

Come risponde Red Ronnie alle prese in giro su diesel e benzina

A tal proposito, occorre prendere atto di un altro post pubblicato su Facebook da Red Ronnie, proprio in risposta alla recente derisione nei suoi confronti. Il tutto, citando tra le altre cose Gandhi: “Diceva che prima ti ignorano, poi ti deridono e quindi ti attaccano e a quel punto hai vinto”. Insomma, nessun passo indietro da parte sua, al punto che nei commenti non manca chi, ancora oggi, torna sui contenuti originali:

Vabbè, ma una volta mettici benzina, una volta diesel, una volta acqua o vino. Così non ti beccano di sicuro”;

“Red ritorna in te, molla tutti gli sciroccati che ti ronzano attorno come parassiti e riprendi in mano la tua vita. Sei sempre in tempo”;

“Ma dove siamo arrivati! Uno va in gelateria, paga un cono da tre euro, ed al banco gli chiedono che gusti vogliono. È inconcepibile! Ci vogliono schedare attraverso un semplice ed innocuo cono gelato”;

“Pensa che io sono andato a prendere un cono gelato e quando mi hanno chiesto i gusti non gli ho risposto per non essere schedato“.

Insomma, nessuna retromarcia di Red Ronnie sul complotto tra diesel e benzina, con relative reazioni di coloro che lo seguono su Facebook. Soprattutto quando ha uscite di questo nel 2022.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE – L’articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.