rebranding-della-storica-linea-maximilian-i

Rebranding della storica linea Maximilian I

Rebranding della storica linea Maximilian I – Cantina di Soave

Espressione delle principali denominazioni
veronesi: dal grande vino Soave, allo spumante Lessini Durello, ai gioielli
enologici della Valpolicella, al Custoza, al Garda e al Bardolino. Nella grande
realtà di Cantina di Soave ogni calice è il frutto di un sogno condiviso, di un
appassionato lavoro di squadra, di un’esperienza affinata nel tempo. La nostra
terra è il bene più prezioso, ecco da dove deriva il nostro impegno per la
valorizzazione dei vitigni autoctoni di questo territorio.

La bottiglia ricorda la prima utilizzata nel 1977, pesante e prestigiosa, proposta in bianco e in verde a seconda delle referenze; lo storico logo è più iconico ed elegante, grazie al bianco e nero; l’etichetta è realizzata in carta Fasson Rustique FSC, resistente e rispettosa dell’ambiente e infine la gabbietta e il tappo sono brandizzati Maximilian I, per una massima cura dei dettagli.

Ciò che resta invariato sono i colori sgargianti, che da sempre contraddistinguono gli spumanti Maximilian I e naturalmente la garanzia di una filiera sicura e controllata, dal vigneto al prodotto finito.

Alla bottiglia più celebre, il Muller Thurgau Durello, e alla prima proposta, il Blanc de Blancs, si aggiungono il Processo Doc e il Prosecco Rosè Millesimato Doc, due tipicità del territorio Veneto che completano la gamma Maximilian I, composta ora da sette referenze.

A supporto dell’operazione di rebranding, Cantina di Soave ha pianificato una massiccia campagna di comunicazione e ideato una nuova creatività dal pay off accattivante: “Maximilian I. The Boss is back”. L’intento è di portare sulle tavole degli italiani lo spumante di sempre, quello che da 40 anni accompagna i momenti di gioia degli italiani, ma rivisto in una versione pop, più moderna e frizzante.

www.maximilianspumante.it 

L’articolo Rebranding della storica linea Maximilian I proviene da Angela Merolla.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *