nuoto,-termina-dominate-the-water-race-taranto-e-si-pensa-gia-all'edizione-2023

Nuoto, termina Dominate the water Race Taranto e si pensa già all'edizione 2023

“E’ stata una gara vera, una competizione di alto livello cui hanno partecipato tanti atleti importanti. La presenza di Gregorio Paltrinieri è stato un valore aggiunto. Taranto ha risposto benissimo con una grande e calorosa partecipazione del pubblico. Un’iniziativa che vogliamo ripetere; penso che a breve annunceremo la prossima edizione di Dominate the Water – Race Taranto 2023”.


Il direttore generale della competizione Massimo Donadei, tira il fiato dopo l’ultima premiazione e l’immancabile foto di gruppo. Seduto sotto al podio traccia un primo bilancio mentre gli atleti chiudono gli zaini e i campioni di nuoto sono ancora alle prese con l’affetto dei fan per un selfie o un autografo sulla cuffia.


Dominate the Water – Race Taranto è stata organizzata dalla Mediterraneo Sport Taranto e rientra nei grandi eventi sportivi 2022 della Regione Puglia, assessorato allo Sport. “Siamo molto soddisfatti – aggiunge Donadei – per una serie di ragioni. La presenza di atleti provenienti da tutta Italia, alcuni dei quali stranieri è uno di questi, come anche aver visto tante persone affacciate sul Canale Navigabile per seguire le gare. Non meno importante è la rete che abbiamo realizzato con le istituzioni per organizzare questo evento. Un modello che abbiamo collaudato e che può essere utilizzato per altre iniziative”.

Grande partecipazione anche nella seconda e ultima giornata di gare che ha visto i nuotatori impegnati sulla distanza di 3 km. Entusiasmo alle stelle per la presenza del campione del mondo e campione olimpico Gregorio Paltrinieri, uno degli ideatori e dei promotori del circuito che proseguirà con altre due tappe: Asinara/Stintino 17/18 settembre; Positano 24/25 settembre.

Questa mattina condizioni meteo-marine migliori rispetto alla prima giornata. Anche nella tre chilometri si è ripetuta la sfida tra big. Sul gradino più alto del podio Andrea Filadelli, seguito da Matteo Furlan (entrambi del Gruppo sportivo Marina Militare). Terzo posto per Paltrinieri (Fiamme oro). Tra le donne primeggia ancora l’australiana Eireannach Madeleine Claire, seguita da Alisia Tettamanzi (Marina Militare) e Mahila Spennato (Nuotatori Pugliesi). Paltrinieri e l’austrialiana hanno ricevuto un premio speciale consegnato dall’assessore comunale allo Sport Gianni Azzaro. Tra i master il miglior tempo è stato quello dell’M25 Vito D’Augenti (Cus Bari), seguito da Fabio Zizzi (M45 dell’Aquatika) e da Salvatore Mazzotta (M40 Sorrento Infinity). Tra le donne Master primi tre posti rispettivamente per Laura Palasciano (M50 Flaminio Sporting Club); Raffaella Perrotta (M50 Mediterraneo Sport Taranto), Raffaella Svelto (M50 Meridiana Nuoto Taranto).


Non solo nuoto e sport nella due giorni di Dominate the water – Race Taranto, ma anche promozione del territorio e momenti di divulgazione scientifica. Appena giunto a Taranto Gregorio Paltrinieri, ha visto la città a bordo del catamarano della Jonian Dolphin Conservation ed è rimasto profondamente colpito dalla bellezza del capoluogo ionico e del suo mare, con la promessa di ritornarci per approfondire la conoscenza.

Nuotatori, accompagnatori, visitatori hanno ammirato ed apprezzato il Castello Aragonese che ha ospitato il villaggio atleti grazie alla collaborazione e disponibilità della Marina Militare. In occasione della competizione nelle sale del Castello è stata allestita la mostra fotografica di Gianni Squitieri “Underwaterseascape, ecosistemi marini sotto il Castello” che sarà esposta in forma permanente a beneficio dei visitatori. Squitieri è anche l’autore del bel video che racconta lo splendido ecosistema marino che popola le acque e le banchine del Castello Aragonese della Marina Militare.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.