non-ci-sta-lilli-gruber-dopo-il-dito-puntato-di-daniela-santanche:-“3-contro-1-do-il-meglio-di-me”

Non ci sta Lilli Gruber dopo il dito puntato di Daniela Santanché: “3 contro 1 do il meglio di me”

Una discussione di pochi secondi, ma allo stesso tempo molto accesa, quella che ha visto protagonista Lilli Gruber con Daniela Santanché nei giorni scorsi su LA7. La conduttrice in passato aveva avuto qualche divergenza di opinione anche con Matteo Salvini, come vi abbiamo riportato tramite un articolo pubblicato a suo tempo, mentre in settimana è andato in scena un botta e risposta che ha coinvolto la tragica notizia di Saman Abbas. La ragazza, infatti, con ogni probabilità è stata uccisa da alcuni membri della sua famiglia per aver rifiutato un matrimonio.

Lilli Gruber risponde a tono a Daniela Santanché su Saman Abbas

Come sono andate le cose? Stando al video che trovate a fine articolo, potete rendervi conto di come si sia sviluppata la discussione tra Lilli Gruber e Daniela Santanché a proposito del caso di Saman Abbas. Nello specifico, l’esponente di Fratelli d’Italia ha lanciato una frecciata alla giornalista, facendo presente che i Media non abbiano dato il giusto risalto alla vicenda. Questo, a suo dire, solo per le origini della ragazza.

In pratica, secondo Daniela Santanché, stando a quanto raccolto direttamente dal sito di LA7, nel caso in cui il femminicidio avesse visto protagonisti persone italiane, la carta stampata e i siti web avrebbero dato maggiore risalto alla vicenda. La sensazione, però, è che le cose non siano andate esattamente così. Ovviamente non esiste una statistica in grado di quantificare il numero di contributi video e testuali sulla vicenda di Saman Abbas, ma ad esempio una banale ricerca Google consente di risalire ai vari servizi ed approfondimenti di LA7.

In ogni caso, qui di seguito troverete il video che ci consente di ricostruire quanto avvenuto pochi giorni fa su LA7, quando Lilli Gruber e Daniela Santanché hanno avuto uno scambio di vedute abbastanza acceso sul caso di Saman Abbas. Qui di seguito le immagini.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *