matera-ospita-la-prima-edizione-degli-stati-generali-della-scuola

Matera ospita la prima edizione degli Stati Generali della Scuola

Dal 4 al 6 dicembre. Coinvolte tutte le componenti del mondo dell’istruzione perché i contributi di idee portino a definire il «Manifesto della Scuola che verrà», da proporre nell’Agenda del governo. Tra gli ospiti il prof di fisica, Vincenzo Schettini

30 Novembre 2022

Redazione online

Si terrà a Matera, dal 4 al 6 dicembre, la prima edizione degli Stati Generali della Scuola. Al centro, ci saranno tutte le componenti del mondo dell’istruzione perché i contributi di idee portino a definire il «Manifesto della Scuola che verrà». Un documento che non si vuole resti fine a se stesso, ma dovrà trovare il suo riscontro pratico e la sua attuazione entrando a far parte dell’agenda di Governo.

Tanti i protagonisti della iniziativa sulla quale saranno puntati i riflettori del mondo scolastico nazionale, tant’è che la giornata inaugurale vedrà la presenza della sottosegretaria al Ministero dell’Istruzione e del Merito, Paola Frassinetti. Ciò a dimostrazione dell’attenzione per questo appuntamento che, nelle intenzioni degli organizzatori, potrebbe divenire un appuntamento annuale, con influssi anche sulla destagionalizzazione dei flussi turistici in chiave convegnistica, e dunque con un ritorno di presenze qualificate al di fuori dei periodi canonici. Aspetto, anche questo, non secondario per la città.

Al centro di tutto resta che, dando continuità al ruolo di ex Capitale europea della Cultura, Matera lancia dal Sud una idea di confronto e di elaborazioni di contributi per delineare la scuola del futuro. Il documento che si consegnerà al termine delle intense giornate che verranno, sarà la sintesi di ciò che produrranno incontri, discussioni, approfondimenti, presentazioni di libri con la scuola, dicevamo, al centro di tutto e che partendo dagli studenti arriva ai docenti e dirigenti scolastici oltre che alle famiglie.

L’evento culturale è ideato dalla giornalista ed event manager Elisa Forte e realizzato grazie al patrocinio e al contributo del Comune e della Provincia di Matera. Vuole rendere omaggio a Mario Lodi: quest’anno ricorre il centenario della sua nascita. L’attrice Antonella Delli Gatti e l’artista di live paintings Stefano Giorgi dedicheranno un ricordo a uno dei maestri protagonisti del rinnovamento pedagogico in chiave democratica della scuola italiana e scrittore di molte storie per ragazzi tra cui non si può dimenticare Cipì (1961), un vero classico, tradotto in molte lingue.

Tra gli ospiti, partecipano gli scrittori Eraldo Affinati, Rachele Furfaro, Mariapia Veladiano, Vincenzo Schettini, Christian Raimo, Gigi Mintrone, Raffaella Leone e Mila Spicola. Porteranno il loro contributo e racconteranno la loro scuola i docenti italiani da Nobel: i tre vincitori italiani del Global Teacher Award Daniele Manni, Antonio Curci e Maria Raspatelli. Interverranno, tra gli altri, Ilaria Maggi, presidente dell’associazione La Via dei Colori onlus e l’editore Secop Peppino Piacente, l’esperta di Gifted Education e Talento Amelia Melaccio, la psicologa e psicoterapeuta Daniela Bilanzuoli, le esperte di edilizia scolastica, le architette Federica Patti e Raffaella Magnano. Condurranno i vari appuntamenti (nei tre giorni di attività rivolte al pubblico, si svolgeranno in sei diverse location) le giornaliste Antonella Ciervo (Quotidiano del Sud) (Quotidiano del Sud), Grazia Rongo (Telenorba), Maria Luisa Sgobba (Mediaset e vicepresidente nazionale Ucsi), Eleonora Fortunato, direttrice di Orizzonte Scuola, media partner di #sgs2022, Valentina Santarpia (Corriere della Sera), l’assessora alla Cultura del Comune Matera, Tiziana D’Oppido (docente e scrittrice). Per partecipare a tutti i momenti in programma dal 4 al 6 dicembre, lo si potrà fare solo iscrivendosi, a partire da domani, nella sezione dedicata sul sito www.statigeneraliscuola.com.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *