live-atletica,-mondiali-u20-in-diretta:-subito-624-per-amani-nel-lungo!-mori-in-sicurezza:-60.63-al-primo-lancio

LIVE Atletica, Mondiali U20 in DIRETTA: subito 6.24 per Amani nel lungo! Mori in sicurezza: 60.63 al primo lancio

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

22.28: Rachele Mori! L’azzurra con 62.97 va al comando della gara!

22.27: Si migliora la giapponese Murakami con 61.45

22.26: Ancora Giamaica nei 100 ostacoli. Personale e vittoria in semifinale per James con 12″94, secondo posto per la spagnola Blanquer con 13″34. Le ripescate sono la indiana Agasara e la svizzera Guignard

22.25: Stronati supera 2 metri al primo tentativo

22.23: Errore di Furlani al primo tentativo a 2 metri

22.22: Non si migliora Marta Amani con 6.21 e dunque resta seconda quando si sta per completare la seconda rotazione

22.21: La tedesca Julien si inserisce al terzo posto nel martello con 60.63. Nel frattempo arriva la pioggia

22.20: Tra poco il via della terza batteria dei 100 ostacoli: Jessop (Gbr), Biernacki (Nor), Valiharju (Fin), Blanquer (Esp), James (Jam), Krebs (Ger), Corradi (Bra), Agasara (Ind)

22.19: La polacca Matuszewicz con 6.25 va al comando della classifica del lungo sopravanzando Amani di un solo centimetro

22.19: Entrano in pedana i protagonisti del salto in alto maschile con due azzurri, Stronati e Furlani. Al via O’Keefe (Aus), Raats (Rsa), Kosolapov (Kaz), Saraboyukov (Bul), Furlani (Ita), Jersin Tomassini (Slo), Yeh (Tpe), Stronati (Ita), Lefevre (Fra), Asprilla (Col), Pottinger (Jam), Guth (Hun)

22.18: La ungherese Viszkeleti con 61.11 si inserisce al secondo posto

22.16: Non un gran lancio di apertura per Rachele Mori che arriva a 60.63 e si inserisce al secondo posto

22.15: Benissimo la giamaicana Hill che vince la semifinale con il personale 12″87, secondo posto per la ungherese Toth con 13″16

22.14: 61.29 per la giapponese Murakami nel martello

22.12: La tedesca Eitel sale al terzo posto con 6.18

22.11: Amani in testa quando si completa la prima rotazione di salti, seconda Mitkova con 6.19, terza Yankey con 6.16

22.11: In pedana le protagoniste del lancio del martello femminile con Rachele Mori in lotta per una medaglia. Al via Murakami (Jpn), Tuthill (Irl), Hundertmark (Ger), Mori (Ita), Viszkeleti (Hun), Julien (Ger), Jacobs (Ned), Savya (Cyp), Bueno Calvillo (Mex), Csatari (Hun), Viamonte (Cub), Santa Cruz (Ecu)

22.10: Al via nella seconda semifinale dei 100 ostacoli Klimukaite (Ltu), Skarbovik Andrese (Nor), Aulia (Ina), Toth (Hun), Hill (Jam), Frye (Usa), Grigorou (Rou), Spazirer (Aut)

22.09: Subito un buon salto per l’azzurra Amani che va in testa con 6.24, una misura che potrebbe assicurarle già i tre salti di finale

22.07: La statunitense Smith vince la prima semifinale dei 100 ostacoli e si qualifica per la finale con il tempo di 13″20, secondo posto e finale conquistata per la tedesca Jalloh. Ripescaggi al momento per la svizzera Guignard con 13″41 e per l’estone Millend con 13″65

22.06: Miutkova va in testa alla gara del lungo con 6.19

22.03: Al via tra poco la prima batteria dei 1oo ostacoli con Balaban (Rou), Millend (Est), Bendova (Cze), Jalloh (Ger), McIntosh (Gbr), Smith (Usa), Guignard (Sui), Italinna (Fin)

22.01 Iniziata la finale del lungo: 5.97 per la tedesca Eitel

21.59: Queste le protagoniste della finale della finale del salto in lungo femminile: Eitel (Ger), Surch 8Aus), Buder (Ger), Mitkova (Bul), Fouche (Rsa), Matuszewicz (Pol), Yankey (Esp), Linares (Col), Amani (Ita), Zemite (Lat), Verman (Rou), Palmer (Gbr)

21.57: La serata si chiuderà con i 3000 metri maschili senza italiani e con le due staffette 4×100 con l’Italia in pista sia nella maschile che nella femminile

21.54: Due italiani, Federico Morseletto e Federico Lorenzo Bruno, al via della finale del triplo, mentre non ci saranno azzurre nel giavellotto femminile.

21.51: Di seguito lo spettacolo della finale dei 200 donne e dei 400 ostacoli maschili senza azzurri al via

21.48: A seguire l’alto maschile con Mattia Furlani e Edoardo Stronati e le semifinali degli 800 maschili con Giovanni Lazzaro a caccia di una difficile qualificazione

21.45: La serata proseguirà con le semifinali dei 100 ostacoli senza azzurri in gara e con il lancio del martello donne dove l’azzurra Rachele Mori è fra le grandi favorite

21.43: Si inizia alle 22 con il lungo femminile e con Marta Amouine Amani che è entrata in finale con la seconda misura e può fare molto bene

21.40: Tra pochi minuti prenderà il via la penultima sessione del Mondiale under 20 di atletica a Calì. L’Italia si gioca ben tre carte da medaglia quest’oggi e saranno davvero tanti gli azzurri in pista e in pedana a caccia di risultati di prestigio

18.43 L’appuntamento è per le 22.00 per le finali che vedranno diversi azzurri protagonisti. Un caro saluto e a più tardi!

18.41 Seconda la Repubblica Ceca, viene ripescata la Francia, fuori l’Italia.

18.40 Il Giappone è in finale, eliminato a sorpresa il Sudafrica!

18.39 Molto al limite il cambio del Giappone che riesce a issarsi in vetta.

18.38 Pillay mette il turbo e stacca gli avversari, prende la testa della corsa.

18.37 Bella frazione del francese Matteo Lorusso.

18.34 Ultima semifinale della 4×400 maschile: ai blocchi di partenza ci sono Giappone, Sudafrica, Repubblica Ceca, Polonia, Germania, Francia, Ecuador e Slovacchia.

18.31 Il 3:07.77 della Nigeria diventa il primo tempo di ripescaggio: il secondo è ancora dell’Italia che per quattro centesimi sulla Gran Bretagna rimane a galla.

18.30 Vince la seconda semifinale la Giamaica con un’ultima frazione molto svagata di Shemar Palmer. Si qualifica anche la Spagna. Terza la Nigeria ed eliminata la Gran Bretagna.

18.29 Terzetto pronto a giocarsi il secondo posto: Gran Bretagna, Nigeria e Spagna.

18.27 Buone due frazioni per la Nigeria che è in piena corsa per la seconda posizione.

18.26 Parte bene la Gran Bretagna, ma ora torna sotto la Giamaica.

18.23 La seconda batteria della 4×400 è formata da Giamaica, Spagna, Nigeria, Thailandia, Gran Bretagna, India e Kuwait.

18.21 Stati Uniti qualificati insieme al Canada, tempo di 3:08.55 per l’Italia.

18.20 Terza posizione per l’Italia: Luca Sito è stato beffato nel finale dal canadese Floyd.

18.19 Bravissimo Zunino che riporta gli azzurri in terza posizione sulla scia del Botswana.

18.18 Scappa via il Botswana, mentre Pernici è ultimo.

18.17 Buona frazione per Boninti che è terzo.

18.16 Il quartetto italiano è formato da Tommaso Boninti, Francesco Pernici, Marco Zunino e Luca Sito.

18.14 Prima batteria della 4×400 maschile con al via Stati Uniti, Canada, Brasile, Romania, Botswana e Italia.

18.12 L’unica qualificata diretta del gruppo B del triplo femminile è la tedesca Grafin Keyserlingk.

18.09 Per la finale del lancio del disco maschile si qualificano Brudin (Ucr), Sosna (Ger), Pavlidis (Gre), Karges (Ger), Grubbs (Usa), Coleman (Usa), Moreno (Spa), Bonte (Ned), Miller (Aus), Lawrence (Jam), Alvarez Aranda (Rsa) e Young (Jam).

18.06 Passano in finale Stati Uniti, Canada, Finlandia, India, Giamaica, Germania e vengono ripescate Gran Bretagna e Australia.

18.04 Vincono le finlandesi davanti alle indiane, quarto posto ed eliminazione per l’Italia.

18.03 Tessarolo rimane piuttosto lontana dal trio di testa.

18.02 Canazza chiude bene e lascia il testimone in quarta posizione.

18.01 Buona progressione nel finale per Cabangu che era partita piuttosto piano.

18.00 Insieme all’Italia nella terza batteria ci sono Nigeria, India, Finlandia e Brasile. Non parte la Svezia.

17.57 L’Italia schiera un quartetto formato da Ngalula Gloria Kabangu, Martina Canazza, Zoe Tessarolo e Nancy Dematté.

17.55 La Giamaica vince la batteria con il tempo di 3:34.92. Qualificata anche la Germania che anticipa di un soffio la Gran Bretagna che sarà verosimilmente ripescata.

17.54 Grandissimo finale di Ophelia Pye e la Gran Bretagna risale appaiata alla Giamaica e la Germania.

17.53 Bel segmento da parte di Hense e la Germania prende il comando della gara.

17.51 Appaiate Polonia e Germania dopo la prima frazione.

17.49 Seconda batteria della 4×400 con ai blocchi di partenza le squadre di Giamaica, Gran Bretagna, Germania, Polonia, Repubblica Ceca ed Ecuador.

17.45 Gli Stati Uniti si qualificano con il tempo di 3:32.94. Seconda posizione e qualifica anche per il Canada con 3:33.98. Australia e Sudafrica sperano in un ripescaggio, fuori la Slovenia.

17.43 Kennedy Wade comincia l’ultima frazione con un ampio vantaggio.

17.42 Grande frazione di Madison Whyte e gli Stati Uniti sono davanti a tutti.

17.41 Canada davanti agli Stati Uniti al primo cambio.

17.40 Prima batteria della 4×400 femminile che vede al via Stati Uniti, Canada, Australia, Sudafrica e Slovenia.

17.38 In entrambi i gruppi del disco non sono presenti italiani.

17.35 Inizia il gruppo B della qualificazione del disco maschile. Staccano già il pass per la finale il tedesco Sosna con 61.00 e il greco Pavlidis con 60.73.

17.32 Quattordicesima posizione per Emiliano Brigante nella marcia maschile con il tempo di 44:42.04.

17.29 Dal Gruppo A del salto triplo femminile si sono qualificate aritmeticamente l’uzbeka Davronova e la francese Aucagos.

17.26 Nicola Lomuscio si piazza in terza posizione con il tempo di 43:28.25. E’ il miglior piazzamento finora per un italiano in questi Campionati Mondiali.

17.25 Wafula e Matias vengono esclusi dalla classifica finale a causa della quarta proposta di squalifica.

17.24 Yildiz nel finale ha sbarrato la strada al tunisino Farhat che stava provando a passarlo all’interno.

17.23 Medaglia di bronzo per il turco Yildiz che quindi fa doppietta con il connazionale Demir.

17.22 Vince l’oro Mazlum Demir! Oro per la Turchia e argento per l’Algeria con Ismail Benhammouda.

17.21 SI FERMA ROMERO! Tre proposte di squalifica nel giro di pochissimo. Lacrime di disperazione per il colombiano che butta una medaglia ormai in tasca.

17.20 Ultimo giro: aumenta il vantaggio per Demir su Benhammouda.

17.19 In terza posizione adesso c’è il colombiano Mateo Romero.

17.18 Manca un chilometro al traguardo: Demir mantiene una manciata di secondi di vantaggio su Benhammouda.

17.17 Wafula si deve fermare per le proposte di squalifica!

17.16 Non si dà per vinto l’algerino Benhammouda che cerca di rientrare su Demir.

17.15 Tre proposte di squalifica e 60 secondi di pausa per Matias.

17.14 Si sta difendendo Nicola Lomuscio che sembra aver passato il momento di difficoltà.

17.13 ATTACCO SECCO DI DEMIR! Il turco se n’è andato e gli altri non tengono il suo passo.

17.12 Reagisce anche Wafula che cerca di evitare che gli altri prendano l’iniziativa.

17.11 Arriva davanti il turco Demir con dietro il connazionale Yildiz.

17.10 Impegnato nello sforzo Emiliano Brigante per rientrare sulla testa della corsa.

17.09 Arriva davanti Nicola Lomuscio che ha passato diversi atleti allargandosi.

17.07 Adesso prende la testa il brasiliano Otavio Henriaue che ha preso qualche centimetro di margine.

17.06 Siamo oltre la metà della gara, ma ancora i tatticismi hanno la meglio.

17.04 Una proposta di squalifica per Emiliano Brigante.

17.02 Rimane davanti Matias, ma non riesce ad allungare.

16.59 Rischia anche il brasiliano Rodriguez Miranda che ha già un paio di proposte di squalifica.

16.57 Il primo a fermarsi è l’ucraino Mykola Rushchak per tre proposte di squalifica.

16.55 A differenza dalla gara femminile, i giapponesi non hanno dato un’impronta a questa gara.

16.52 Prima piccola pausa rifornimento per Nicola Lomuscio.

16.50 Si stanno muovendo egregiamente i due azzurri nella pancia del gruppo.

16.48 Il guatemalteca Matias ha un personale di 41:04, mentre quest’anno non è andato sotto i 43 minuti.

16.46 Il primo a staccarsi è il greco Bachos.

16.44 Davanti si è messo Bryan Matias, un guatemalteca particolarmente veloce.

16.42 Gruppo ancora compatto: vedremo se qualcuno prenderà l’iniziativa.

16.40 COMINCIA LA MARCIA MASCHILE!

16.38 Tutto pronto per la 10000 metri di marcia maschile.

16.36 Iniziate anche le qualificazioni del primo gruppo del disco maschile: il tedesco Karges stacca il pass con 60.69.

16.34 Molto probabile la qualificazione anche per la giamaicana Linton che firma il personale a 13.04.

16.31 E’ iniziata anche la qualificazione del primo gruppo per il triplo femminile: la prima qualificata e l’uzbeka Davronova con 13.24.

16.28 Giada Traina invece corre in 47:48.78: un’ottima prestazione considerato il minuto nel quale è rimasta ferma.

16.26 Vittoria Di Dato è sedicesima con il tempo di 49:10.67.

16.24 Si è distratta Ooyama: un errore davvero grave e Serrano l’ha superata credendoci fino alla fine.

16.23 Terza posizione per l’altra giapponese Yanai: Sandery è arrivata prima, ma al suo tempo verrà aggiunto un minuto di penalità.

16.22 CLAMOROSO VINCE SERRANO! Ooyama si è fermata a tre metri dal traguardo, ha rallentato fatalmente ed è stata passata da Serrano! Oro per il Messico!

16.21 Serrano affianca Ooyama per provare a passarla!

16.20 Ooyama attacca!!! E Sandery si prende la terza proposta di squalifica e quindi deve rinunciare alla medaglia.

16.19 Terza proposta di squalifica e fermata per Giada Traina.

16.18 Ultimo chilometro!

16.17 Sandery sembra aver recuperato un po’ di brillantezza: l’australiana può ancora giocarsi la vittoria.

16.15 Si stacca anche Yanai, sembrerebbe un duello fra Serrano e Ooyama.

16.14 Rinforza ancora l’andatura Serrano, mentre Sandery è in difficoltà e non sta marciando bene.

16.12 Si stacca Traina, rimangono davanti Sandery, Serrano, Ooyama e Yanai.

16.10 Perde qualche metro Giada Traina dalle prime quattro.

16.08 Non perfetta la marcia di Giada Traina: sta rischiando grosso la livornese.

16.05 Serrano rimane davanti, ma non riesce a staccare le dirette concorrenti.

16.03 Prova ad attaccare la messicana Serrano! Rinforza l’andatura la messicana.

16.01 Seconda proposta di squalifica per Giada Traina: è una brutta zavorra da portarsi dietro.

15.59 Se era immaginabile che l’australiana Sandery rimanesse davanti, è molto più sorprendente la presenza della messicana Serrano.

15.57 In testa ci sono Oyama, Yamai, Traina, Sandery e Serrano.

15.55 L’indiana Rachana si ferma per un minuto per aver raggiunto le tre proposte di squalifica.

15.53 Rimangono in sei nel gruppo di testa fra cui Giada Traina. Si sta staccando la guatemalteca Lopez Jayes.

15.51 Non vanno a strappi le due giapponesi, ma decidono di tenere un passo costante e sostenuto.

15.48 In diverse ricevono una proposta di squalifica fra cui Traina.

15.46 Il gruppo di testa diventa di nove unità con al suo interno Giada Traina.

15.44 Arriva il momento del rifornimento per Di Dato e Traina.

15.42 Circa cinque secondi di vantaggio accumulati da parte di Ooyama e Yanai.

15.40 Si sono spaccati i due primi gruppi e Vittoria Di Dato è nel secondo troncone. Traina ha subito risposto alle giapponesi.

15.37 Provano a prendere un leggero vantaggio le giapponesi Ooyama e Yanai.

15.35 COMINCIA LA 10000 METRI DI MARCIA FEMMINILE!

15.32 41 le partenti, sono tante per una gara in pista, specie per controllare la regolarità della tecnica della marcia di tutte le atlete.

15.30 Entrano dentro lo stadio le marciste che sono pronte a partire.

15.28 La marcia è integralmente in pista e non in strada, a differenza di ciò che accade nei Mondiali senior.

15.26 Nella mattinata colombiana ci sarà anche la 10 km di marcia maschile con Emiliano Brigante e Nicola Lomuscio. In particolare quest’ultimo ha le credenziali per assaltare il podio.

15.23 Si parte subito alle 15.30 con la 10 km di marcia al femminile: Vittoria Di Dato e Giada Traina sono pronte a stupire.

15.20 Una quinta giornata davvero ricchissima: sono 12 le gare ad assegnare le medaglie. In diverse di queste l’Italia può essere grande protagonista.

15.17 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quinta giornata di gare dei Campionati Mondiali Under 20 di atletica leggera.

La cronaca della quarta giornata

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quinta giornata di gare dei Campionati Mondiali under 20 di atletica leggera. A Cali (Colombia) ci sono ben dodici titoli in palio.

In mattinata già due gare assegneranno medaglie: la 10 km di marcia al maschile e al femminile. L’Italia si gioca le carte di Giada Traina e Vittoria Di Dato fra le donne e di Emiliano Brigante e Nicola Lomuscio fra gli uomini. Inoltre ci saranno le batterie delle due 4×400 con l’Italia protagonista per centrare l’accesso alle finali del pomeriggio.

Nella sessione pomeridiana le luci saranno puntate inizialmente sulla finale del lungo femminile con Marta Amouhin Amani in pedana, mentre nel triplo maschile ci saranno Federico Morseletto e Federico Lorenzo Bruno. Le finali più attese probabilmente sono quelle del martello femminile con Rachele Mori favorita e quella dell’alto maschile con il talentuoso Mattia Furlani e Edoardo Stronati.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della quinta giornata del Mondiali Under 20 di atletica leggera in svolgimento a Cali (Colombia). Appuntamento per le 15.30 con la sessione mattutina. Buon divertimento!

Foto: Grana/FIDAL

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.