libri-gratis-per-gli-studenti-con-reddito-basso,-la-regione-pubblica-nuovo-bando-per-l'anno-2022/23

Libri gratis per gli studenti con reddito basso, la Regione pubblica nuovo bando per l'anno 2022/23

Redazione 31 agosto 2022 16:13

Riaperto il bando regionale per la fornitura gratuita o semigratuita di libri di testo per gli studenti e le studentesse pugliesi, delle istituzioni secondarie di 1° grado e 2° grado statali e paritarie, il cui nucleo familiare presenta un Isee inferiore o pari a 10.632,94 euro. Le domande potranno essere presentate dal 12 al 30 settembre prossimi. Questo nuovo avviso pubblico, fa sapere la Regione, nasce per rispondere alle richieste di numerose famiglie che non sono riuscite a presentare l’istanza nei termini previsti nel precedente bando conclusosi lo scorso 29 luglio e che rischiavano, dunque, di rimanere fuori dalla misura.

L’istanza dovrà essere presentata unicamente per via telematica attraverso la piattaforma https://www.studioinpuglia.regione.puglia.it/, alla sezione ‘Libri di testo a.s. 2022/2023’. La piattaforma acquisirà i dati sull’Isee direttamente dalla Banca dati dell’Inps. Il riconoscimento del beneficio sarà preceduto dalla verifica della residenza dello studente o della studentessa, della frequenza scolastica, dell’effettiva spesa sostenuta nel caso di erogazione di rimborso delle spese.

“Sono ben 64.952, fino ad ora, gli studenti e le studentesse pugliesi a basso reddito che riceveranno il bonus regionale per la fornitura gratuita di libri di testo o sussidi didattici per il prossimo anno scolastico –  fa sapere l’assessore regionale all’Istruzione, Sebastiano Leo – Molte famiglie, che non hanno presentato la domanda in tempo, rischiavano di perdere questa opportunità regionale fondamentale a disposizione dei ragazzi e delle ragazze in condizioni di svantaggio. Da qui l’avvio di una nuova e aggiuntiva procedura con relativo incremento della dotazione finanziaria della misura di 1.667.116, 25 euro. Mettere gli studenti a basso reddito nelle condizioni di cominciare il nuovo anno scolastico con tutta la dotazione necessaria non è solo un diritto degli studenti, ma un dovere di tutte le istituzioni”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.