Laura, Infermiera: Costretta a sostituire un OSS sospeso, è stato umiliante.

laura,-infermiera:-costretta-a-sostituire-un-oss-sospeso,-e-stato-umiliante.

Laura, Infermiera: Io costretta a sostituire un Operatore Socio Sanitario sospeso. E’ stato umiliante dovermi piegare al volere della direzione.

Laura, Infermiera costretta a sostituire un oss sospeso, ci scrive: è stato umiliante.

“Gentile redazione di AssoCareNews.it

vi scrivo perchè siete senza peli sulla lingua e sono sicura accoglierete la mia esperienza.

Sono un’infermiera e lavoro in azienda pubblica. Mi hanno letteralmente costretta a fare tre turni come OSS. Inutile dire che ci possiamo rifiutare, in realtà entri in turno come infermiera, poi scopri che gli oss non ci sono e la coordinatrice ti obbliga a sostituirli.

Sta succedendo di continuo e ci siamo ribellate chiamando sindacati e pure l’Ordine.

E’ stato molto umiliante dover fare un intero turno da oss, a parte una medicazione.

Voglio specificare che non trovo umiliante prendermi cura delle persone, ma reputo esserlo l’obbligato a fare un lavoro che scredita la mia professionalità e disperde i miei saperi.

Grazie se lo troverete degno di pubblicazione”.

L’articolo Laura, Infermiera: Costretta a sostituire un OSS sospeso, è stato umiliante. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.