il-compagno-di-alberto-matano-non-e-riccardo,-ma-spadafora:-ennesima-bufala-sulle-nozze

Il compagno di Alberto Matano non è Riccardo, ma Spadafora: ennesima bufala sulle nozze

Ci risiamo, con la solita necessità di alimentare fake news in merito al compagno di Alberto Matano. Dopo che ha preso piede l’anticipazione secondo sarebbe stata Mara Venier a celebrare le nozze con Riccardo, qualcuno ha sentito la necessità di riprendere una fake news che coinvolge l’ex Ministro Spadafora. Tra i due, infatti, ci sarebbe una relazione, tramite la quale il conduttore ha avuto non poche agevolazioni per la sua carriera. Abbiamo smentito il tutto già alcuni mesi fa, a margine del ddl Zan rigettato, con un primo articolo in merito.

Dicono che compagno di Alberto Matano non sia Riccardo, ma Spadafora: diamoci un taglio

Per farvela breve, alcuni utenti evidentemente non estimatori del suddetto ex Ministro, affermano che il compagno di Alberto Matano non sia un certo Riccardo, ma Spadafora. Una voce del tutto priva di fonti, anche perché il presentatore della nota trasmissione RAI “La vita in diretta” ha sempre mantenuto un profilo basso sulla sua vita privata. Ad oggi, come riportato in precedenza, si sa solo che il suo compagno si chiami Riccardo.

Con questi presupposti non si comprende come qualcuno possa associarlo al Ministro Spadafora. A quanto pare, è stato sufficiente che il coming out di entrambi sia venuto a galla con tempistiche ravvicinate per alimentare quella che è in tutto e per tutto una fake news. Non a caso, siti che hanno trattato la dedica di oggi arrivata da Mara Venier alla coppia ci ricordano che il compagno di Alberto Matano si chiami, appunto, Riccardo.

Appare chiaro che gli utenti propensi ad alimentare una notizia senza fonte, secondo cui il compagno di Alberto Matano non sarebbe tal Riccardo, ma Spadafora, mirano semplicemente a mettere entrambi in cattiva luce. Dal nostro punto di vista, non possiamo fare altro che evidenziare la totale assenza di riscontri sulle voci che circolano oggi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE – L’articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.