idonei-concorsi-infermieri-scrivono-al-ministro-speranza:-“ignobile-stabilizzare-per-covid-19,-noi-dimenticati”.

Idonei Concorsi Infermieri scrivono al Ministro Speranza: “ignobile stabilizzare per Covid-19, noi dimenticati”.

Un gruppo di Idonei ai Concorsi per Infermieri scrive al Ministro Speranza: “ignobile stabilizzare per Covid-19, noi dimenticati”.

Un gruppo di Infermieri idonei in varie graduatorie in tutta Italia chiedono aiuto al ministro della salute Roberto Speranza. Lo fanno mediando una lunga missiva fatta recapitare direttamente al leader di Articolo Uno, candidato nel PD alle prossime elezioni politiche del 25 settembre 2022.

La lettera a Speranza.

Al Ministro Roberto Speranza [email protected]

Oggetto: graduatorie concorsuali scavalcate dalla stabilizzazione dei precari covid19

Al Ministro Speranza con la presente si vuole illustrare la situazione che si è creata dando la possibilità alle Aziende ospedaliere di stabilizzare i precari covid19, cioè coloro i quali hanno conseguito (da precari fortunati) i famosi 18 mesi in piena pandemia.

Tanti professionisti che intanto avevano superato un normale concorso pubblico previsto dalla costituzione, ad oggi in tutta Italia si vedono scavalcati dalla stabilizzazione dei precari covid19 i quali non hanno superato alcun concorso e che non sono mai andati via dalla propria terra.

Tali professionisti speravano tanto nello scorrimento delle graduatorie che, si ribadisce, stanno per essere scavalcate dai precari 18 mesi. Ad oggi siamo in tantissimi (soprattutto del sud e che ora ci ritroviamo al nord dove abbiamo superato concorsi pre-pandemia, in quanto il sud prima della pandemia bandiva pochissimi concorsi offrendo poche possibilità lavorative) che vincolati al nord non abbandoniamo la speranza di rientrare nelle nostre case ovvero dai nostri famigliari dopo tanti sacrifici.

Anche noi al nord abbiamo fronteggiato la pandemia da covid19 ma ad oggi non siamo stati premiati…anzi.

Per non parlare di coloro che non hanno diritto alla stabilizzazione: a cui mancano pochi giorni per raggiungere i 18 mesi, perché assunti tramite agenzia interinale, di coloro che lavorano con partita iva ecc…

Se avessimo saputo che la pandemia avrebbe prodotto tali risultati noi tutti avremmo abbandonato il nostro posto fisso al nord per fiondarci e accettare incarichi covid al sud ma questa è un’altra storia.

Ora diciamo che i precari covid vanno premiati ma anche noi dobbiamo esserlo. Per tamponare tale ingiustizia con la presente si CHIEDE cortesemente la proroga ad esaurimento delle graduatorie concorsuali in atto, altrimenti ad oggi a niente ci è servito aver superato il concorso della vita che ci consentirebbe di rientrare nella nostre case meritatamente. Saluti

GLI INFERMIERI IDONEI PRESENTI NELLE GRADUATORIE CONCORSUALI

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.