gaffe-di-barbara-balanzoni-su-bambini-novax-discriminati-a-boion-polesine:-il-comune-non-esiste

Gaffe di Barbara Balanzoni su bambini NoVax discriminati a Boion Polesine: il Comune non esiste

Fa un certo effetto imbattersi oggi 10 settembre quella che è a tutti gli effetti una gaffe di Barbara Balanzoni, la dottoressa radiata alcuni mesi fa per le sue posizioni NoVax ed anti green pass. Tutto ruota attorno al presunto modulo d’iscrizione per i bambini destinati a frequentare la scuola elementare a Boion Polesine, con un campo apposito che, apparentemente, mette i genitori nella posizione di dover segnalare se il proprio bambino o bambina abbia completato il ciclo di vaccinazione contro il Covid.

Erroraccio di Barbara Balanzoni su bambini NoVax discriminati a Boion Polesine

Una vera e propria trollata, che come potete constatare all’interno del nostro sito è addirittura vecchia di un anno. Oltre alla presa in giro in sé, poi, occorre aggiungere che il Comune di Boion Polesine non esista e che i contenuti pubblicati all’interno dell’account rappresentino sempre una presa in giro. Nel mirino degli admin, infatti, ci sono tutti coloro che tendono a credere ad ogni contenuto disponibile sul web. Puntualmente, senza gli approfondimenti necessari.

Il tweet di Barbara Balanzoni esiste e, poco dopo la pubblicazione, la dottoressa radiata ne ha pubblicato un altro aggiungendo sì che sia un fake, ma provando a difendersi con “per ora”. Insomma, un modo per gettare acqua sul fuoco dopo un erroraccio, dovuto alla scarsa propensione nell’approfondire contenuti sulla carta molto delicati. La sua previsione, infatti, vuole implicitamente mandare un messaggio differente, con una sorta di profezia per distogliere l’attenzione da quella che resta a tutti gli effetti una gaffe.

Ricapitolando, non esiste alcun modulo di iscrizione a Boion Polesine, con il quale di discriminano i bambini NoVax. Barbara Balanzoni, infatti, ha ricondiviso un post che nasce da un account parodia. Se non altro, perché il Comune in questione non sia esistente. In tanti, comunque, lo hanno fatto notare con tanta ironia alla diretta interessata.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE – L’articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.