eva-(infermiera):-“gli-operatori-continuano-a-voler-fare-gli-infermieri,-senza-sapere-che-potrebbero-anche-causare-la-morte-del-paziente”.

Eva (Infermiera): “gli Operatori continuano a voler fare gli Infermieri, senza sapere che potrebbero anche causare la morte del Paziente”.

Carissimo Direttore,

il problema degli Oss che pretendono di eseguire mansioni prettamente Infermieristiche ormai lo vediamo giornalmente nei reparti e soprattutto nelle RSA.

Purtroppo questo dipende dalla loro formazione. La Regione si occupa esclusivamente di stanziare i soldi per questo tipo di corsi, ma i docenti che vengono chiamati dai vari titolari di Agenzie che si occupano di fornire il servizio scolastico non sono in grado di insegnare.

E questo perché includono tra i docenti al posto di Infermieri qualificati, vecchi Infermieri generici in pensione, Fisioterapisti e Psicologi che non hanno assolutamente nessuna cognizione del percorso Infermieristico e quali sono le competenze di un OSS.

Fin quando queste agenzie non si atterranno a far formare gli Oss da professionisti competenti e del settore Infermieristico, questo sfacelo e queste incomprensioni continueranno ad esserci, mettendo in pericolo la salute del paziente.

E se ci scappa il morto chi paga? L’ agenzia che dice di averli formati? La RSA che li ha assunti, sapendo benissimo cosa fanno? Fin quando non ci saranno formazioni professionali ed adeguati per questi corsi e gestite nel migliore dei modi, questi problemi non finiranno mai. E questo a discapito di tutti i pazienti.

Scusatemi per lo sfogo.

Eva, Infermiera

______________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a [email protected]
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AsssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

Redazione AssoCareNews.it

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *