esplosioni-in-crimea?-media-ucraini:-“colpito-aeroporto-russo”

Esplosioni in Crimea? Media ucraini: “Colpito aeroporto russo”




Roma, 17 nov – Mentre proseguono i negoziati tra Russia e Stati Uniti, peraltro meno sottotraccia di quanto si potesse ipotizzare fino a poche settimane fa, sul campo di guerra sale la tensione. I media ucraini segnalano esplosioni in Crimea, per l’esattezza nella città di Dzhankoi e nel limitrofo aeroporto militare russo. Il sito Ukrinform scrive che le esplosioni sono state avvertite nella tarda serata di ieri e cita alcuni canali Telegram locali, come “Crimea Wind”. In rete circolano anche dei video, sia su Telegram che su Twitter, ma molti sono relativi alle esplosioni verificatesi nei mesi scorsi nella penisola occupata e annessa alla Russia nel 2014. Non è comunque improbabile che nelle scorse ore vi siano stati altri attacchi in Crimea.

Esplosioni in Crimea? “Colpito aeroporto militare russo”

Alcuni media ucraini parlano di un attacco all’aeroporto militare delle forze russe nei pressi di Dzhankoi. “Secondo le nostre fonti, un attacco ha preso di mira un aeroporto militare russo a Dzhankoi“, scrive “Crimea Wind”. Secondo un altro canale Telegram, “Yevpatoria. Dzhankoy. Feodosia”, i residenti della città di Dzhankoi hanno avuto problemi con l’alimentazione elettrica poco dopo le esplosioni. “La gente del posto riferisce che in città sono emersi problemi con l’elettricità”, riporta il canale.

Per diversi mesi rimasta fuori dal conflitto, la Crimea era stata al centro di alcuni attacchi lo scorso agosto. Nella penisola controllata dalle truppe di Mosca non si combatte sul campo come in altre zone dell’Ucraina, ma la Crimea resta territorio chiave nella partita negoziale. Nel frattempo continuano i raid russi in diverse aree ucraine: da Kiev a Dnipro.

Alessandro Della Guglia

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.