elezioni,-bassetti:-“medici-discutibili-prendono-in-giro-e-chiedono-anche-di-essere-votati”-–-il-riformista

Elezioni, Bassetti: “Medici discutibili prendono in giro e chiedono anche di essere votati” – Il Riformista

L’infettivologo al Riformista Tv

Redazione — 13 Settembre 2022

Elezioni, Bassetti: “Medici discutibili prendono in giro e chiedono anche di essere votati”

“Purtroppo in questo periodo elettorale la cura del Covid è diventata terreno di scontro su cui qualche personaggio molto discutibile se ne sta approfittando”.  Così l’infettivologo Matteo Bassetti a Riformista Tv. “Sento dire che ci sono persone che hanno curato il Covid con gli antibiotici, ma se lo hanno fatto hanno sempre sbagliato. Forse in una prima fase molti di noi gli hanno utilizzati ma oggi non è assolutamente necessario l’utilizzo degli antibiotici. Ricordiamo che utilizzarli quando non servono, promuove la resistenza dei batteri”. 

“L’antibiotico-resistenza è un problema grossissimo, è una piaga mondiale già oggi ma lo sarà ancora di più nel futuro soprattutto dopo questo tre anni di uso indiscriminato degli antibiotici. Si calcola che, se non interveniamo subito, nel 2050 ci saranno 10 milioni di persone ogni anno che moriranno a causa dei batteri resistenti. Un numero molto più elevato rispetto alle morti legate ad altre gravi malattie, tra cui i tumori. Quindi attenzione all’utilizzo degli antibiotici. Nel caso di Covid asintomatico o con sintomi lievi si possono utilizzare altri farmaci” commenta l’infettivologo.

“Un altro messaggio che viene diffuso da questi personaggi discutibili che chiedono anche il voto sulla pelle della gente, è che il sistema per curare il Covid è dato dagli antinfiammatori. Questa è l’ennesima balla. Il Covid si previene con i vaccini, si cura con i monoclonali antivirali e solo alcune forme di Covid (a casa) si possono curare con gli antinfiammatori come si curano altri tipi di infezioni respiratorie. Quindi bisogna fare molta attenzione a questi personaggi e soprattutto in questo periodo perché c’è veramente tanta cattiva informazione fatta purtroppo da alcuni medici che io non definisco colleghi perché quando si prendono in giro le persone non si fa più parte di questa categoria e di questo mondo” conclude.. 

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.