decisive-le-prossime-ore-per-sciogliere-la-prognosi-al-ragazzo-colpito-dal-fulmine

Decisive le prossime ore per sciogliere la prognosi al ragazzo colpito dal fulmine

Letture: 71

Resta in prognosi riservata, in gravi condizioni, Simone Toni, il giovane di 28 anni di Tivoli che ieri è stato colpito da un fulmine mentre, insieme ad altri due ragazzi, ridiscendeva dal Gran Sasso dopo un’escursione. Il giovane, ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale dell’Aquila, è sempre in coma farmacologico ed è tenuto in stretta osservazione con continui esami ed accertamenti, soprattutto di carattere neurologico e cardiologico. È stato colpito da una violenta scarica elettrica che gli ha provocato anche delle ustioni di media entità su alcuni punti del corpo ed è per questo che i medici dell’ospedale San Salvatore sono in contatto con l’ospedale Sant’Eugenio di Roma. Secondo le testimonianze, il fulmine sarebbe caduto attorno alle 12,30, mentre, sulla zona, che è ben sopra i 2 mila metri. La violenta scarica che ha colpito solo uno dei giovani escursionisti sarebbe uscita dal tallone per poi arrivare a terra. Sul sentiero c’erano altri numerosi altri escursionisti e come prima istituzione, i forestali che hanno udito il boato provocato dal fulmine mentre stavano facendo una curva in discesa ad un centinaio di metri dalla scena. I soccorritori hanno raccontato che il fulmine è caduto in una zona dove erano presenti molti escursionisti e quindi il bilancio poteva essere più grave.

Erano sopra l’osservatorio astronomico del Gran Sasso d’Italia quando sono stati colti da un temporale: due di loro sono stati sbalzati senza riportare ferite gravi, e una volta rialzatisi hanno preso l’amico sulle spalle per portarlo a circa 600 metri a valle proprio poco sopra l’osservatorio astronomico

I due compagni del ferito, entrambi di Roma di 24 e 28 anni, in stato di choc, sono scesi a valle tramite la funivia con le loro gambe, poi sono stati accompagnati in ambulanza all’ospedale ‘San Salvatore’ per le cure: “Siamo stati colpiti da un fulmine mentre scendevamo in mezzo alla pioggia, alla grandine, e il nostro amico sta male”. È il secondo grave incidente provocato da un fulmine in poche ore, dopo la morte dell’industriale Alberto Balocco, 53 anni, titolare della celebre e rinomata azienda dolciaria, e dell’amico Davide Vigo, 55 anni.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.