conte:-“su-prescrizione-non-canterei-vittoria,-siamo-tornati-ad-un’anomalia-italiana.-leader-m5s?-se-mio-progetto-e-condiviso-ci-sono”

Conte: “Su prescrizione non canterei vittoria, siamo tornati ad un’anomalia italiana. Leader M5s? Se mio progetto è condiviso ci sono”

“Apprezzo il lavoro fatto dalla ministra Cartabia ma io non canterei vittoria. Non sono sorridente su questo aspetto della prescrizione, siamo tornati a quella che è una anomalia italiana. Chi canta vittoria non trova il mio consenso“. Giuseppe Conte ospite di Confindustria Giovani a Genova. “Se un processo svanisce per nulla per una durata così breve non può essere una vittoria per lo stato di diritto”. Ma ha specificato, sempre sulla riforma della Giustizia, “commentare e fare proposte non significa andare contro il governo Draghi“.

“Sono qui come semplice cittadino, ringrazio per l’invito. Non sono il leader del M5s, al momento. Ci stiamo lavorando, è noto pubblicamente che stiamo cercando di afferrare il quadro di principi che consentirà al M5s di riprendere la sua forza propulsiva. La leadership è una premessa indispensabile, chiarire i passaggi e i ruoli e c’è un progetto statutario e organizzativo. Se l’ipotesi di progetto venisse condiviso io ci sono altrimenti no”.

“Lavoro per creare le condizioni per un progetto politico solido e possa interpretare i bisogni dei cittadini, e contrastare le diseguaglianze che dividono e lacerano il Paese“.

L’articolo Conte: “Su prescrizione non canterei vittoria, siamo tornati ad un’anomalia italiana. Leader M5s? Se mio progetto è condiviso ci sono” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *