“conferenza-di-pace”?-attenzione-ai-titoli-su-biden-e-macron

“Conferenza di pace”? Attenzione ai titoli su Biden e Macron

I nostri lettori ci fanno notare i titoli comparsi su molti quotidiani nazionali secondo i quali sarebbe in programma una conferenza di pace per il 13 dicembre, organizzata da Emmanuel MacronJoe Biden.

La decisione sarebbe arrivata a seguito di un vertice tenutosi a Washington il 1° dicembre durante il quale i due leader avrebbero aperto alla possibilità di un dialogo con Mosca.

Repubblica, ad esempio, riporta che la “conferenza di pace” “potrebbe aprire spiragli nel dialogo con Mosca”, e nello specifico Joe Biden si è detto pronto a parlare con Putin, se mostra segnali di volere cessare la guerra. Ma finora non lo ha fatto”.

L’incontro del 13 dicembre esiste ed è riportato anche sul sito istituzionale della Casa Bianca, ma in nessun punto del resoconto dell’incontro di Washington si leggono riferimenti a una “conferenza di pace”.

All’interno del testo leggiamo, piuttosto:

Abbiamo anche concordato di continuare a lavorare insieme per sostenere il popolo ucraino e aiutarlo a resistere, perché oggi possiamo vedere molto bene che lo sforzo bellico russo sta prendendo di mira le infrastrutture civili, portando ancora più violenza per cercare di far disperare il popolo ucraino e rendere impossibile per loro sopravvivere a questo inverno.

Questo è il motivo per cui abbiamo deciso di organizzare, il 13 dicembre, una conferenza per sostenere l’Ucraina, e vorremmo ringraziarvi per la stretta collaborazione nella preparazione di quell’evento.

Biden e Macron hanno rilasciato anche un comunicato congiunto in cui parlano di “continuare a fornire un solido sostegno diretto al bilancio per l’Ucraina e sollecitare le istituzioni finanziarie internazionali ad aumentare il loro supporto finanziario”.

In nessun punto si leggono riferimenti a una “conferenza di pace”, come sottolineano altri fact checker. Un giornalista, su Twitter, ha ricostruito l’origine del passaparola sulla “conferenza di pace”. Tutto è nato da una velina dell’Ansa, ripresa quindi dai principali quotidiani italiani.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *