con-la-roncola-fuori-al-bar:-“spunta”-il-furto-prima-della-lite.-prognosi-di-30-giorni-per-un-giovane

Con la roncola fuori al bar: “spunta” il furto prima della lite. Prognosi di 30 giorni per un giovane

img_20220525_205622

Letture: 1.149

SULMONA – Si cerca nelle telecamere di videosorveglianza ma soprattutto dovrebbe ancora essere recuperata l’arma utilizzata per la minaccia. Vanno avanti le indagini degli operatori del Commissariato Ps di Sulmona sulla lite scoppiata nella prima serata dello scorso mercoledì nel piazzale di San Francesco Di Paola, nei pressi un bar. Un violento alterco che avrebbe coinvolto due giovani, uno minacciato con la roncola e spintonato e l’altro steso con due pugni dal suo “rivale” che, a suo dire, si sarebbe difeso. In pronto soccorso si è presentato la scorsa notte proprio quest’ultimo. Nel corso della colluttazione avrebbe rimediato la frattura alla mano destra, giudicata guaribile con una prognosi provvisoria di trenta giorni. Il sulmonese, per il tramite del suo legale, presenterà nelle prossime ore una querela di parte, attraverso la quale metterà nero su bianco la sua versione dei fatti. Un racconto che sarà vagliato dalla Polizia che continua ad indagare, soprattutto per scavare nei rapporti interpersonali tra i due e sulle motivazioni all’origine della lite. Non è escluso che la stessa possa dipendere da un presunto furto posto in essere recentemente dal giovane armato di roncola nella casa in campagna in uso ai familiari del sulmonese. In quella occasione, stando alle indiscrezioni trapelate, sarebbero stati sottratti alcuni attrezzi agricoli, in parte restituiti in un secondo momento tant’è che il giovane sarebbe stato “graziato” dai proprietari che non avrebbero sporto denuncia. Se esiste o meno un nesso lo stabiliranno le indagini. La Polizia ora dovrà sentire anche l’altra versione dei fatti e recuperare l’arma utilizzata per la minaccia. Le indagini sono tuttora in corso. Al vaglio degli operatori anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza che potrebbero sciogliere più di un dubbio in ordine alle singole responsabilità. Dalle parole agli “apprezzamenti” fino alla lite fuori dal locale che avrebbe rischiato di coinvolgere anche terze persone nonchè le auto in transito. Una scena da far west come hanno commentato alcuni passanti e avventori. Eppure le forze dell’ordine, anche questa volta, si scontrano con l’omertà.

Riproduzione riservata

Potrebbe interessarti anche

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.