caso-soumahoro,-ora-la-suocera-e-indagata-anche-per-truffa-aggravata

Caso Soumahoro, ora la suocera è indagata anche per truffa aggravata




Roma, 28 nov – E’ un caso che si complica di giorno in giorno. Marie Therese Mukamitsindo, suocera di Aboubakar Soumahoro, adesso è indagata anche per truffa aggravata e false fatturazioni. Sono queste le nuove accuse mosse dalla Procura di Latina nei confronti della donna, al centro dell’indagine in merito alla gestione di due cooperative, Karibu e Consorzio Aid. La suocera del deputato di Verdi-Sinistra Italiana è oltretutto indagata relativamente all’impiego dei fondi erogati, ai rapporti con l’Erario e ai rapporti con i dipendenti.

La suocera di Soumahoro al centro dell’indagine sulla Karibu

Come riportato su questo giornale già il 18 ottobre scorso, prima che scoppiasse definitivamente il caso Soumahoro, la cooperativa Karibu è stata fondata da Marie Therese Mukamitsindo e vedeva la figlia – nonché moglie del deputato – Liliane Murekatete come membro del Cda. La Karibu ha chiuso l’ultimo bilancio in perdita di 175.000 euro, accumulato debiti con gli istituti di credito per 453.535 euro e con i fornitori per poco più di 207.000 euro. A queste cifre vanno aggiunte quelle dei debiti verso gli istituti di previdenza e di sicurezza sociale: oltre 2 milioni di euro. E, come rivelato dalla Verità, “nonostante il valore della produzione ammonti a 1.791.000 euro, con costo del personale fermo a 865.000, i dipendenti sono rimasti per un bel po’ a bocca asciutta”.

La Redazione

Ti è piaciuto l’articolo?

Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.

Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.

Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *