caro-bollette,-carfagna-a-bari:-«nuovo-decreto-bloccato-da-parlamento»

Caro bollette, Carfagna a Bari: «nuovo decreto bloccato da Parlamento»

Lo ha detto a Bari la ministra per il Sud, Mara Carfagna, a margine di una conferenza stampa elettorale.

10 Settembre 2022

Redazione online

BARI – «Il governo Draghi ha stanziato 50 miliardi senza fare nuovo debito e siamo al lavoro per varare un nuovo decreto» contro il caro bollette «ma dobbiamo aspettare l’autorizzazione del Parlamento. Però inspiegabilmente le stesse forze politiche che in piazza gridano all’allarme e chiedono al governo Draghi di fare presto, loro che lo hanno sfiduciato il governo, hanno deciso di convocare una riunione dei capigruppo soltanto martedì prossimo per il Senato e giovedì prossimo per la Camera. Prima di questa autorizzazione non possiamo varare l’ulteriore pacchetto di aiuti che vareremo». Lo ha detto a Bari la ministra per il Sud, Mara Carfagna, a margine di una conferenza stampa elettorale. Quello del caro energia è «il dramma del momento – ha aggiunto – e mi chiedo quanto sia stato intelligente e patriottico far cadere un governo cha lavorava bene, che dava risposte alle emergenze, che proteggeva i cittadini, le famiglie, le fasce più deboli, le imprese, in un momento cosi drammatico, con una emergenza energetica senza precedenti, con l’inflazione alle stelle e le bollette che rappresentano una preoccupazione enorme per famiglie e imprese».

«La sfida è continuare sulla strada già tracciata dal governo Draghi, una strada che definisco rivoluzionaria perché per la prima volta un governo ha considerato il Sud non una causa persa, non un territorio da risarcire attraverso politiche assistenziali ma come secondo motore di sviluppo italiano. Abbiamo vincolato il 40% del Pnrr al Sud, con percentuali addirittura maggiori in quei settori dove il Sud è più deficitario, come infrastrutture, Alta velocità, formazione del capitale umano. Non sono cifre solamente scritte sulla carta, ma cantieri già aperti, opere già avviate». Lo ha detto a Bari la ministra per il Sud, Mara Carfagna, a margine di una conferenza stampa elettorale.

«La Puglia è una regione che ho imparato a conoscere e apprezzare, perché ho lavorato molto per la Puglia da ministro per il Sud e spero di avere l’onore e il privilegio di diventare punto di riferimento e rappresentante degli interessi e dei bisogni e delle istanze di questo territorio». Lo ha detto a Bari la ministra per il Sud, Mara Carfagna, a margine di una conferenza stampa elettorale. «Quando paliamo di Alta velocità – ha aggiunto – penso alla Bari-Napoli e all’1,4 miliardi che sono stati stanziati nel Pnrr da usare entro il 2026 per realizzare una tratta Bari-Napoli ma penso anche alla riqualificazione delle principali stazioni della Puglia, a cominciare proprio da quella di Bari. Quando parlo di asili parlo di cose concrete, perché arriveranno in Puglia 470 milioni di euro e per i servizi ci sono 10 milioni aggiuntivi che consentiranno a 1.200 bambini in più rispetto all’anno scorso di frequentare il nido»

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.