blog-|-cara-giorgia-meloni,-le-parole-hanno-un-peso:-per-parlare-di-dca-bisogna-prima-sapere-cosa-sono-–-il-fatto-quotidiano

Blog | Cara Giorgia Meloni, le parole hanno un peso: per parlare di Dca bisogna prima sapere cosa sono – Il Fatto Quotidiano

di Giorgia Bellini

Le parole hanno un peso. E se sei una persona che rappresenta milioni di persone, allora devi fare ancora più attenzione. Io ho sofferto di Disturbi Alimentari per otto anni e per guarire è stato davvero difficile. I disturbi alimentari sono delle patologie mentali che causano una sofferenza fortissima, che a volte porta anche a suicidi e autolesionismo. Parlare di devianze è una mancanza di rispetto.

Parlare senza conoscere può portare a gravi conseguenze. Perché è da questi commenti che poi una persona si sente abbandonata e lasciata sola. E’ da questi commenti se ancora si sentono persone che dicono che i Dca sono capricci, un mezzo per fare la modella o periodi passeggeri. E questo non si può più accettare. L’uso delle parole ha un peso, lo ripeto ancora una volta.

Giorgia Meloni ha cercato di giustificarsi dicendo che sua mamma soffre di obesità e che c’è stato un malinteso. Ancora una volta questo ci conferma la cattiva informazione e la mancanza di conoscenza di queste malattie che di nuovo vengono sottovalutate. L’obesità non è per forza un disturbo alimentare. L’obesità può essere la conseguenza fisica di un Dca ma può avere anche altre cause metaboliche o fisiche, non legate per forza a una patologia mentale.

Per poter parlare di Dca in modo corretto, bisogna prima sapere cosa sono.

Non voglio che questo si trasformi in un dibattito o per strumentalizzare questo periodo di elezioni ma voglio che si inizi a parlare di disturbi alimentari in modo corretto. Sento il dovere di difendere tutte le persone, ragazzi e famiglie che ne soffrono, perché so bene quanto sia difficile superare questa sofferenza e quanta rabbia possa venire nel sentire la svalutazione e il non riconoscimento della malattia.

Vorrei infine dire a tutti quei giovani di continuare a credere in se stessi, ogni giorno, perché da un disturbo alimentare si può guarire.

* Autrice del libro Nata due Volte, durante il lockdown ha realizzato un progetto di prevenzione dei disturbi alimentari tramite Instagram (@giorgiabellini_dca)

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO

DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.

Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI

Grazie Peter Gomez

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.