addio-a-gianni-toniolo,-storico-dell'economia-e-autore-delle-principali-pubblicazioni-su-banca-d'italia-–-il-fatto-quotidiano

Addio a Gianni Toniolo, storico dell'Economia e autore delle principali pubblicazioni su Banca d'Italia – Il Fatto Quotidiano

| 13 Novembre 2022

È morto lo storico dell’economia Gianni Toniolo. Lo rende noto la Fondazione di Venezia con la quale collaborava e di cui è stato vice presidente e consigliere fin dai primissimi anni. “Gianni Toniolo è stato un grande maestro, da sempre amico della Fondazione di Venezia”, ricorda il presidente Michele Bugliesi. “Lascia un vuoto incolmabile, insieme al ricordo di un uomo colto e raffinato che ha dedicato la vita allo studio e alla cultura. La sua visione, l’originalità del suo pensiero e la profondità del suo sapere lo hanno sempre distinto nei lunghi anni della sua presenza nella nostra Fondazione, e costituiscono oggi per tutti noi un’eredità preziosa che custodiamo con grande affetto”.

Nato nel 1942, Toniolo si è laureato in Economia a Venezia nel 1966 e si è poi specializzato ad Harvard. Nella lunga carriera accademica ha insegnato all’università Cà Foscari di Venezia e poi nell’ateneo di Roma Tor Vergata e alla Luiss. Era professore emerito alla Duke University negli Stati Uniti. Molti gli studi e libri sulla storia dell’economia europea, italiana e, in particolare, della Banca d’Italia con cui aveva stretti rapporti e di cui curò l’opera uscita per il centenario. È stato editorialista de Il Sole 24 Ore. “È stato fondamentale il suo ruolo nel progetto M9, il museo del Novecento realizzato a Mestre dalla Fondazione di Venezia, di cui è stato consigliere e vicepresidente. Uno studioso di grandi meriti, uomo colto e preparato, che lascia un vuoto importante in chi lo ha conosciuto, anche tra le aule universitarie”. Sono le parole di cordoglio del presidente della regione del Veneto, Luca Zaia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO

DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.

Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI

Grazie Peter Gomez

Articolo Precedente

Proroghe delle misure di Draghi e interventi sulle pensioni. Ecco cosa bolle nella pentola della legge di bilancio

next

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.